LT Charity - шаблон joomla Mp3

I Per-corsi della Mente...la cultura come cura!

PON METRO Napoli 2014-20, Asse 3 Azione 3.3.1 Progetto NA3.3.1b “Spazi di Innovazione Sociale – Percorsi di inclusione attiva”. CUP: B69J21005270004 - Progetto “I Per-corsi della mente”

PRONTI, PARTENZA...VIA!

Iniziano I Per-Corsi della Mente, il nostro progetto di inclusione sociale e benessere, che prevede un programma strutturato di passeggiate/visite guidate/trekking, rivolto ai soggetti con fragilità psichica afferenti ai Servizi di Salute Mentale della III Municipalità, per itinerari di interesse culturale della Città Metropolitana di Napoli. Il progetto, inoltre, prevede una formazione professionalizzante e l’inserimento lavorativo di giovani in condizioni di vulnerabilità psico-sociale in Educatore Ambientali, afferenti ai Servizi Sociali del territorio. Le attività di trekking, infine, saranno aperte a tutta la cittadinanza e ai turisti/visitatori.

Le attività e gli interventi con forti legami culturali e sociali con il territorio risultano, ad oggi, essere gli strumenti più incisivi per allontanare i pazienti dal rischio di cronicità, poiché incidono in termini positivi sull’acquisizione di abilità sociali e personali e sul miglioramento delle capacità residue. L’esperienza culturale ed umana che proponiamo, mette in moto sia elementi cognitivi che affettivi: i frammenti biografici che riaffiorano dalle passeggiate, costruiscono un percorso narrativo e ricostruiscono una trama di significati attraverso la rivivificazione del passato che si attualizza. La natura e l’ambiente si rivelano “contenitore” di sensazioni e pensieri. Il nostro Progetto ha come finalità non solo quella di favorire e promuovere l’integrazione lavorativa dei giovani del quartiere, ma anche l’integrazione sociale dei pazienti psichiatrici e il raggiungimento di autonomie personali e sociali, compromesse dall’insorgere della patologia. Vuole essere, infine, un’esperienza attraverso la quale i pazienti, i giovani e la comunità possano fruire del patrimonio culturale e naturalistico, e dunque scoprire un senso di cittadinanza piena.

Il progetto pone al centro del suo lavoro la passeggiata verso e all’interno dei siti di interesse naturalistico e culturale presenti sul territorio, come “cura”, come “terapia” per i disturbi psichici: il muoversi per la città o in uno spazio all’aperto prescelto offre una mappatura non solo territoriale, ma anche esistenziale. Andare all’appuntamento di incontro, spostarsi, passeggiare nella natura, implica una scelta, un tragitto da un punto all’altro che segna mentalmente e psichicamente, oltre che fisicamente, il distaccarsi dall’immobilità della psicosi, favorendo il processo dinamico del cambiamento. Verranno selezionati, grazie alle segnalazioni offerte dai Servizi Sociali Territoriali e dal Distretto di Salute Mentale Territoriale, 5 giovani in stato di vulnerabilità psico-sociale, che accompagneranno i pazienti psichiatrici durante il trekking. I Tour seguiranno un calendario prestabilito e si svolgeranno nell’arco di 12 mesi (Progetto pilota). Intendiamo creare dei Tour per la città che, attraverso lo sfruttamento delle bellezze naturalistiche e culturali, garantiscano il raggiungimento degli obiettivi prefissati, in una visione integrativa e partecipata che superi il divario tra salute e malattia (i fruitori saranno cittadini/turisti e utenti psichiatrici). Al termine di ciascun itinerario verranno attivati due servizi per noi molto significativi: Mindfulness Camminata per il benessere psico-fisico ed attività di ristoro (bar e/o pranzo al sacco) per la restituzione dell’esperienza dei partecipanti. Infine, attiveremo workshop di sensibilizzazione per i cittadini ed incontri di parental training per le famiglie.

Fondamentale per la realizzazione della proposta progettuale, secondo elevati standard qualitativi, è la presenza di una equipe multidisciplinare che sappia dirigere in modo mirato le azioni del progetto e facilitare il compito delle altre professionalità coinvolte, nella finalità condivisa dalla rete, ovvero la generazione di benessere diffuso, sia a livello psico-sociale, sia a livello economico, sia a livello culturale. Anche la scelta dei percorsi guidati è importante per costruire itinerari umani che sappiano bilanciare adeguatamente la sfera artistica/storica e quella paesaggistica/architettonica, in modo da intervenire sulla stimolazione di tutte le componenti sensoriali degli utenti. In questo modo, si gettano le basi di un vero e proprio protocollo di cura del disagio psichico attraverso l’esperienza della natura.